Per cosa viene utilizzata la scansione 3D?

L’uso di questa tecnologia oggi sembra illimitato e i suoi progressi sono indubbiamente utili.

La scansione 3D raccoglie dati che possono dare alla meccanica il potere di smontare pezzi senza distruzione fisica; consentendo loro di trovare aree problematiche, correggere parti e creare oggetti attraverso le esecuzioni di test prima ancora di produrre l’oggetto fisico. Avvisano i tecnici aerospaziali di parti difettose che altrimenti non sarebbero state rilevate fino alla post-produzione. Aprono un nuovo regno di studi anatomici per i professionisti medici, dando loro una visione molto più avanzata di come condurre interventi chirurgici invasivi.

Quali sono gli aspetti positivi della scansione 3D?

Meno soldi spesi per la produzione. Meno iterazioni in corso, il che porta ad evitare i fastidiosi colli di bottiglia sulla linea di produzione. Un uso più efficiente del lavoro e del tempo che porta a flussi di lavoro più produttivi.

Reverse engeneering

Fin dall'inizio, la scansione 3D è stata utilizzata come metodo per ottenere la forma di un elemento, che viene quindi utilizzato per derivare un modello CAD 3D a scopo di riproduzione. Attraverso la scansione 3D di un oggetto, la forma può essere ottenuta in modo molto accurato e i dati risultanti utilizzati come riferimento per creare un nuovo modello CAD 3D. Tale modello può quindi essere utilizzato per creare nuovi stampi / utensili, consentendo a un produttore di produrre parti nuove di zecca che hanno le stesse caratteristiche dimensionali dell'originale. Il modello CAD decodificato può essere utilizzato anche per stampare in 3D un duplicato dell'originale. Scansioni 3D di alta qualità aiutano a velocizzare il processo di reverse engineering e a renderlo più efficiente nel complesso.

Sviluppo e progettazione del prodotto

Uno degli elementi più funzionali della scansione 3D è che permette di migliorare i prodotti esistenti. Oltre a questo, può anche dare ai meccanici e ai tecnici un nuovo modo di vedere come funzionano gli oggetti, e potrebbero ricreare completamente un prodotto per renderlo più efficiente.
alcune iterazioni digitalmente e poi guardare come i nuovi progetti funzionano tramite il software rende molto meno frustrazione una volta che il prodotto materiale viene prodotto sulla linea.

Produzione additiva e sottrattiva

La costruzione di prototipi è un punto fermo nella produzione e le scansioni 3D possono essere trasformate in stampe 3D che funzionano come prototipi. La produzione additiva si verifica quando un oggetto viene prodotto aggiungendo strati di materiale come nella stampa 3D. La produzione sottrattiva è quando gli strati vengono portati via, o tagliati, per rivelare il prodotto finito. Mentre la produzione additiva è utile con prodotti più piccoli, la produzione sottrattiva è una buona scelta per parti di grandi dimensioni.