Skip to main content

Policarbonato o PC: cosa è e come lavorarlo

By Marzo 21, 2024stampa 3D

Policarbonato o PC: cosa è e come lavorarlo

Panoramica del filamento

Il policarbonato, meglio conosciuto con l’acronimo PC, è un materiale traslucido estremamente resistente, ma leggero.

Questo filamento assorbe ottimamente gli urti, non è soggetto a rotture o tensioni e si mantiene dimensionalmente stabile anche in ambienti esigenti, grazie alle sue caratteristiche di resistenza meccanica e termica.

Al di là della sua versatilità tecnica, il filamento PC è anche adatto alla realizzazione di oggetti che richiedono determinate caratteristiche ottiche di trasmissione della luce.

Tuttavia, il policarbonato non è resistente né ai raggi ultravioletti, né agli agenti e ai solventi chimici, e dati la sua conformazione e il rischio che il materiale rilasci bisfenolo A, non è raccomandato per il contatto alimentare.

Pro

Eccellente resistenza meccanica

Alta rigidità

Termicamente resistente

Caratteristiche di ritardo della fiamma

Traslucidità ottica

Contro

Poco resistente ai raggi ultravioletti

Poco resistente agli agenti chimici

Inadatto all’uso in ambienti esterni

Non adatto al contatto alimentare

Lavorare il policarbonato

Il policarbonato è un materiale difficile da lavorare, incline a fenomeni di imbarcamento e deformazione.

Per un’adesione ottimale, è consigliabile aggiungere un brim o un raft, riscaldare il letto fino al raggiungimento di 110°C e ridurre al minimo la velocità della ventola di raffreddamento.

Inoltre, si consiglia vivamente di utilizzare una soluzione adesiva aggiuntiva, come la colla Magigoo Pro PC.

Il PC assorbe molto l’umidità e che deve essere conservato in un luogo asciutto.

Alcuni brand, come Bambu Lab, UltiMaker e BCN3D, forniscono strumenti accessori di monitoraggio, stoccaggio e conservazione dei materiali con sistemi di controllo automatico dell’umidità, che consentono di mantenere i filamenti sensibili nelle condizioni ideali.

Come utilizzare il policarbonato?

Le caratteristiche tecniche e meccaniche del policarbonato lo rendono adatto alla lavorazione di molti articoli, anche end-use.

Infatti, la sua resistenza al calore consente al filamento di mantenere la sua forma anche in ambienti termicamente esigenti, mentre la sua resistenza meccanica lo rende la soluzione ideale in tutti gli ambienti dove viene richiesta una certa solidità e resilienza.

La sua rigidità lo rende adatto alla realizzazione anche di ausili alla lavorazione, dime, maschere e così via.

Il PC nelle miscele di polimeri

Attualmente sul mercato esistono miscele polimeriche che combinano il PC con altri materiali.

Polymax™ PC-ABS è una miscela di policarbonato e ABS, che combina l’elevata resistenza agli urti e al calore del PC con la facilità di lavorazione dell’ABS.

Questa miscela di polimeri combina la buona resistenza chimica del PBT con la forza e la tenacità del policarbonato.

Polymaker™ PC-PBT si comporta molto bene in circostanze estreme, sia a contatto con sostanze chimiche a base di idrocarburi sia in ambienti con temperature inferiori allo zero.

Questo materiale di base ha ottime caratteristiche di “ritardabilità” alla fiamma.

Ciò consente di utilizzare PolyMax™ PC-FR nella realizzazione di alloggiamenti delle batterie e di supporti dei motori nell’industria automobilistica, elettrica ed elettronica.

Scopri la nostra selezione di filamenti PC!

Leave a Reply