Skip to main content

Skyzer assembla componenti customizzati

By Dicembre 6, 2022Settembre 14th, 2023Case study, Raise3D, stampa 3D
skyzer

Skyzer è un’azienda australiana che da 19 anni offre servizi relativi al ciclo di vita del prodotto.

Le attività di Skyzer si concentrano sull’industria delle attrezzature elettriche ed elettroniche, e con “attività” intendiamo un’accurata assistenza al cliente in termini di montaggio del prodotto, aggiornamento dei firmware, riparazione e / o ricondizionamento della merce, nonché soluzioni di riciclaggio sicuro una volta terminato il ciclo di vita della merce.

Fin dal 2012, Skyzer ha creato articoli customizzati con l’additive manufacturing.

Le stampanti Raise3D Pro3, inserite all’interno delle sedi di Sydney e Melbourne, non soltanto hanno aumentato la produttività di Skyzer, ma hanno contribuito anche a ridurre i costi.

Un game changer: una veloce customizzazione degli infissi

Skyzer è, innanzitutto, responsabile dell’assemblaggio, della sistemazione e della verifica dei componenti elettronici dei suoi clienti.

Siccome i vari componenti hanno dimensioni differenti e forme differenti, essi devono essere combinati e assemblati con “infissi” creati su misura.
Creare incastri customizzati, effettivamente, aiuta a contenere gli eventuali danni all’articolo in sé o alle subunità che lo costituiscono durante la fase di test.

Le stampanti Raise3D consentono di creare maschere di assemblaggio adatte alle necessità del consumatore molto velocemente.

Infatti, internalizzando interamente la filiera, dalla ricezione del modello in via confidenziale, all’invio del file di stampa al macchinario in-house, i tempi si accorciano notevolmente e la privacy del cliente è garantita.

Si tratta di un procedimento veloce, economico e sicuro, sia per Skyzer, che per i suoi clienti.

Un incredibile risparmio di soldi e di tempo

Skyzer ha implementato numerose Raise3D Pro3 nei suoi stabilimenti di Sydney e di Melbourne.

Il volume di 300 x 300 x 300mm consente di stampare modelli customizzati in varie dimensioni.

L’aumento della produttività e il risparmio di tempo e di denaro sono stati incredibili.

Skyzer stima che, in linea di massima, con l’aiuto dell’additive manufacturing, i costi saranno tagliati di ben il 32%.

Infatti, con le maschere realizzate in 3D, che fungono anche come strumenti di allineamento, non soltanto si riduce l’intervento umano sull’attività, ma i dipendenti non rischiano di danneggiare la merce.

“È naturale vedere i risparmi sui costi di manodopera e sullo spreco di pezzi, ma ci sono anche risparmi sostanziali rispetto ai costi di stampi e utensili alternativi!”

Troy SneddonCEO di Skyzer

In passato, Skyzer doveva affidare a un produttore esterno la realizzazione a iniezione di strumenti o ricambi, che richiedevano così costi di lavorazione elevati.

Al contrario, le stampanti 3D di Raise3D hanno un costo ragionevole e non richiedono eccessiva manutenzione.

skyzer

“L'affidabilità delle macchine ci permette di stampare in tutta tranquillità per tutta la notte e gli estrusori a scatto dell'edizione Pro3 sono un vero miglioramento rispetto ai modelli precedenti. Ridurranno sicuramente i tempi di inattività dovuti alla manutenzione.”

Troy SneddonCEO di Skyzer

La gestione cloud di Raise3D, inoltre, consente ai managers di Skyzer di monitorare e di gestire l’attività delle stampanti anche da remoto, sia nello stabilimento di Sydney, che di Melbourne.

Attualmente, Skyzer si occupa interamente della mass production di un prodotto di un cliente, destinato alla distribuzione commerciale in tutta l’Australia, e non esclude di costruire, visti i risultati ottenuti con Raise3D, uno stabilimento 3D più grande.

Le caratteristiche aggiornate della serie Pro3 garantiscono un funzionamento stabile ed efficiente, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7:

La rigidità dell’asse Z è stata aumentata del 75%, offrendo una maggiore solidità del macchinario e, conseguentemente, una migliore qualità di stampa.

L’elevata ripetibilità di 0.005mm assicura che la stampante resti stabile durante l’attività.

Il volume di stampa di 300 x 300 x 300mm incontra le necessità della mass production.

L’estrusore intercambiabile è facilmente rimovibile e ricomponibile.

skyzer

Skyzer si augura che, in futuro, Raise3D lancerà stampanti 3D in metallo e macchine più grandi, oltre ad ampliare l’offerta di filamenti a materiali più pratici.

“Prevediamo che si svilupperanno interessanti opportunità nell'ambito della progettazione e dello sviluppo di prodotti interni, contribuendo ulteriormente all'espansione delle soluzioni per i clienti che offriamo.”

Troy SneddonCEO di Skyzer

Trovi l’articolo originale sul blog di Raise3D.

Leave a Reply