Skip to main content

Fusione a cera persa con la stampa 3D

Introduzione alla fusione a cera persa per gioielli stampati in 3D

Il metodo di lavoro dei gioiellieri sta cambiando e le resine fotopolimeriche calcinabili rappresentano l’ultima avanguardia.
Dai designer indipendenti che desiderano svolgere le fasi di ideazione e di prototipazione nel proprio studio, fino alle fonderie che puntano ad aumentare la capacità produttiva e a diversificare la propria offerta, le tecniche di fabbricazione digitale rivestono un ruolo sempre più importante nella creazione di un’attività di gioielliere di successo. In questa guida imparerai come colare raffinati pezzi di gioielleria da modelli stampati in 3D con le stampanti Formlabs.

Cos’è la fusione diretta a cera persa?

La microfusione o processo di fusione a cera persa è una tecnica di stampaggio molto popolare che può essere usata per fabbricare parti di grandi o piccole dimensioni in un’ampia gamma di metalli. Nata oltre 5000 anni fa, la fusione a cera persa consente ai creatori di lavorare numerosi materiali ed è uno dei modi più semplici per creare parti in metallo.
La fusione a cera persa consiste nel creare uno stampo cavo da un master scolpito a mano o stampato in 3D. Il master viene immerso in un materiale refrattario per la fusione (o “materiale di rivestimento”) che si asciuga e s’indurisce. Il modello di cera o stampato in 3D brucia, lasciando uno stampo negativo del progetto. Il metallo viene versato in questa cavità per creare la parte finale.
I modelli di cera per gioielli dal design ricercato sono difficili da produrre a mano e, in un mondo in cui la domanda di accessori di moda rapidamente disponibili è in continua crescita, i pezzi realizzati a mano difficilmente riescono a tenere il passo della produzione. I materiali tecnici e le stampanti 3D Formlabs stanno cambiando il modo di lavorare dei produttori e designer di gioielleria, portando la qualità di livello industriale sulla scrivania e facilitando la produzione e l’adattamento di geometrie complesse che una volta richiedevano ore di meticoloso lavoro.

gioielli fusione a cera persa

Progettazione per la fusione a cera persa

Usa un software CAD come RhinoGold, JewelCAD o 3Design per disegnare il gioiello da stampare in 3D.
Le resine adatte alla fusione a cera persa sono:
Castable Wax 40 Resin: una resina per la fusione diretta con elevato contenuto di cera, che offre una praticità di fusione superiore e in grado di adattarsi a un’ampia gamma di caratteristiche, tra cui fori per incastonature e incisioni.
Castable Wax Resin: una resina con ridotto contenuto di cera ed elevata stabilità allo stato grezzo, adatta per strutture ultrasottili come la filigrana a intreccio.

fusione a cera persa stampa 3d

Utilizzo di resina per fusione a cera persa

Castable Wax Resin e Castable Wax Resin 40 sono costituiti da un fotopolimero acrilato, che richiede un processo diverso da un programma di cera tradizionale. Invece di fondere a basse temperature, Castable Resin si trasforma in un gas. Il programma di combustione consigliato è progettato e testato per consentire alla Castable Resin di passare gradualmente allo stato gassoso. La lenta transizione riduce la possibilità di fessurazione del rivestimento a causa della rapida espansione della parte stampata.

Attrezzature richieste per la fusione a cera persa con Formlabs

REALIZZATI DA TERZI:

  • R&R Plasticast con investimento BANDUST – Trova un rivenditore
  • Forno, macchina per rivestimento sottovuoto e sistema di colata, come la serie Indutherm MC
  • Soluzioni di polimerizzazione alternative: NextDent LC Curing Lightbox o Camera di polimerizzazione UV Gesswein

Panoramica del flusso di lavoro

AVVISO:

Puoi trovare informazioni più dettagliate in questa guida scaricabile Introduzione alla fusione per modelli di gioielli stampati in 3D. Leggi la guida all’applicazione per istruzioni dettagliate su progettazione, impostazioni e orientamento delle parti per Castable Resin.

Design per la colata

Il casting è sia un’abilità che una forma d’arte. Per risultati di successo, il design del pezzo da fondere è importante quanto le proprietà del materiale. Scopri di più nel nostro white paper Stampa 3D di gioielli: parametri di progettazione di base, supporti e orientamento

resina per gioielleria formlabs
Progetta prese d’aria con geometrie spesse per consentire una ventilazione sufficiente durante il burnout.

Stampa in 3d con Formlabs e prepara le parti

Installa o aggiorna PreForm, quindi imposta il lavoro di stampa successivo.

Per preparare un modello per la stampa in PreForm:

  1. Apri un modello .
  2. Selezionare la resina, la versione in resina e lo spessore dello strato desiderato .
  3. Orienta per preservare i minimi dettagli .
  4. Genera supporti .
  5. Invia il lavoro di stampa alla stampante .

Le impostazioni di stampa delle Castable Resin sono ottimizzate per la stampa di gioielli, con particolare attenzione al raggiungimento delle caratteristiche e dei dettagli che contano per i gioiellieri. Per la maggior parte dei progetti, la stampa con un’altezza dello strato di 50 micron fornisce i migliori risultati e velocità di stampa superiori.

Agitare la Castable Resin agitando la cartuccia e mescolando la resina nel serbatoio della resina prima della stampa. Castable Resin contiene un componente, chiamato biossido di titanio, che si separa dal resto della miscela quando non viene utilizzato. La separazione appare come depositi cristallini bianchi o simili a scaglie, spesso all’esterno del serbatoio della resina o della parte stampata. Mescolare la resina regolarmente per mantenere le normali prestazioni della resina.

Finitura

Il Form Wash  pulisce le parti stampate in 3D dall’eccesso di resina. Lavare le parti in base all’articolo di supporto Form Wash impostazioni del tempo . Prestare particolare attenzione alle informazioni che influiscono sulle proprietà meccaniche o sui requisiti di biocompatibilità.

Assicurarsi che l’IPA sia completamente evaporato prima della polimerizzazione successiva e della colata, poiché potrebbe interferire con il rivestimento e causare pitting.

 

Leggi altri articoli sulla stampa 3D a resina

Stampanti 3d FDM Vs. SLA

Stampanti 3D FDM Vs. SLA

Guida alle resine Formlabs

Guida alle resine Formlabs

Leave a Reply